La Training School

Nei post precedenti vi abbiamo raccontato come abbiamo vissuto questa esperienza (qui trovate il racconto di Susa e qui di Mapu) ma ora cerchiamo di spiegarvi il più obiettivamente possibile cosa succede nei 3 giorni di training! Crediamo che gli argomenti trattati siano sempre gli stessi ogni settimana ma con uno schedule diverso in quanto Susa ha avuto un orario mentre Mapu uno diverso! Qui sotto quindi vi elenchiamo gli argomenti trattati e poi un esempio di come si svolgono le giornate!

  1. Ruoli e responsabilità di una au pair
  2. Lo sviluppo dei bambini, particolarità per ogni fascia d’età
  3. Sicurezza dei bambini (macchina, luoghi con l’acqua, altre situazioni)
  4. CPR e primo soccorso
  5. Informazioni generali sull’america e la cultura americana
  6. Creazione di un clima positivo con la host family, evitare litigi e come gestire la comunicazione con la famiglia
  7. La guida negli Stati Uniti

LUNEDI’IMG_0457
Una volta atterrati in America una navetta verrà a prendervi e vi porterà all’hotel presso il quale soggiornerete, che si trova subito fuori Manhattan. Continua a leggere

Impressioni sui miei giorni alla training school

…come si vivono i giorni in training school?
Partiamo dal fatto che non ho patito affatto il jet leg nonostante il lungo viaggio e poi ero l’unica italiana e questo in verità non mi dispiace affatto perché così sono stata obbligata a parlare inglese.
La cosa che forse mi ha “seccato” un po’ di più di questi giorni è che la gente parlava solo nella sua lingua natia e quindi io non capivo nulla perché le altre au pair facevano gruppo tra di loro.foto 2 (1)
Devo però dire che sono stata piuttosto fortunata con le mie roommates: una ragazza era l’unica della Costa Rica quindi parlava spesso inglese e l’altra anche se era brasiliana non è stata troppo con le sue connazionali.  Continua a leggere

Il Pre-Departure Project

Uno degli ultimi step, ma non per questo meno importante, è la preparazione del nostro pre-departure project da portare all’academy, in quanto sarà parte integrante della preparazione.
Una volta fatto il match, come abbiamo visto, possiamo accedere alle diverse sezioni della nostra AuPairRoom e scaricare quindi le istruzioni per il nostro Project.
Per chi ancora non potesse vederlo, vediamo insieme di cosa tratta:
Lo scopo di questo progetto è far conoscere alla nostra nuova host family e alle au pair che incontreremo al corso, qualcosa di più sulla nostra cultura, ma non solo, mostrare anche quelle che sono le nostre abilità con i bambini e le attività che più frequentemente facciamo con loro nel nostro paese natio.
Non c’è una regola precisa su come deve essere impostato o su come devono essere posizionati i contenuti. Ogni au pair potrà quindi sbizzarrirsi con la fantasia e decidere se fare un Power-Point, un Word o un Publisher, l’importante è che sia fatto in Inglese. Non vi preoccupate degli errori, l’importante è che lo facciate il meglio possibile.

Sezione 1: MY AMERICAN FAMILY AND REGIONstate by state
Dobbiamo presentare la nostra host family con particolare attenzione alle info sui nostri host kids. Continua a leggere