Buon Natale

Poichè oggi è Natale e non ho di molto da fare, ho deciso di raccontarvi come ho trascorso il Natale con la mia host family qua in America!

Partiamo dalla vigilia.
Siamo andati a casa della mamma del mio host dad per cena e c’era tutta la famiglia. Ognuno ha portato qualcosa da mangiare, ma come avevo già spiegato per il Ringraziamento, non hanno grandi pasti in cui tutti sono seduti assieme intorno al tavolo, la maggior parte del tempo rimangono in piedi e mangiano super veloci. Anche questa volta c’era questa specie di buffet, con un sacco di patatine, alcune verdure e un sacco di salse per pucciarci tutto, poi c’erano due insalate (una fatta dalla mia host mom, ovviamente), chicken fingers e l’unico primo piatto era mac and cheese, fatto dal papà della mia host mom.
Come dessert la mia host mom ha portato un sacco di biscotti (i miei preferiti erano quelli al limone), che penso siano il dolce tipico di queste feste e una torta al cioccolato. C’era anche una torta pina colada-rum e la macedonia.
Personalmente ritengo di non aver mangiato molto, so che posso fare di meglio durante le vacanze, ma poichè abbiamo mangiato veloci ho avuto l’impressione di essere un sacco piena!

Dopo cena abbiamo aperto i regali. Un sacco di regali, e c’era qualcosa anche per me! foto 1Tutti hanno anche ricevuto un pigiama di Natale da indossare quella notte. (Il mio è solo rosso, così posso metterlo sempre, anche perché mi piace stare in pigiama a casa)foto 2

p.s. Alla vigilia ho anche ricevuto un biglietto, con il mio cane in copertina, dalla mia amica Julia! Mi ha fatto un sacco piacere!

Natale
Ci siamo svegliati molto presto, almeno per me, e siamo andati di sotto. Ancora una volta c’erano un sacco di pacchetti. Siamo partiti con le calze e c’erano un sacco di dolci dentro, ma ho anche ricevuto del burro cacao alla c’era d’api e uno scrub per il viso; uno speciale, che i miei host parents hanno scoperto guardando “shark tank”.

Dopo, ci sono stati i regali veri e propri e ho ricevuto più di quanto io abbia mai avuto! Probabilmente solo quando ero bambina nel periodo più ricco della mia famiglia ho avuto la stessa quantità di regali.foto 2 (1)Tutto è utile e bello e mi è piaciuto molto il puzzle perché stavo davvero pensando che dovevo trovarmi qualcosa da fare durante il week-end quando sono a casa.foto 1 (1)
I bambini erano incaricati di passare i regali, e hanno ricevuto una montagna di roba. Non sto a farvi una lista perché sarebbe infinita, ma per darvi un’idea asciugamani, pjs, lenzuola, tonnellate di giochi e action figures per infinity e Skylander.

Anche io, ovviamente, ho fatto qualcosa per la mia host family.:
Ho scritto due biglietti di Natale per i nonni, perché ho voluto ringraziarli per tutto.
Per S. Ho comprato due mostri di lego e sembra li abbia davvero apprezzati.foto 1 (2)
Per L. Ho comprato un libro per vestire le bambole e la magic sand rosa. Il suo commento è stato: ohh! Grazie!foto 2 (2)
Per i miei host parents ho fatto un cestino con tutti prodotti italiani e una lettera per spiegare come mai ho scelto quelle cose

foto 2 (3)foto 1 (3)

 

 

 

 

 

 
Dopo, il mio host dad ha fatto le sue incredibili omelette al formaggio., per il nostro brunch, con la sua nuova padella.

That’s all folks! Il Natale in America è festa molto sentita, tutti amano molto decorare e scambiarsi i regali. Personalmente ritengo più che in Italia. Inoltre penso che ,in Italia, negli ultimi anni, le persone abbiano perso lo spirito del Natale, ad eccezione delle luci pubbliche, la gente a malapena fa alberi di Natale e mettono le luci fuori da casa e/o dai negozi, comprano sempre meno regali che possono. Forse è anche a causa della crisi, non so, ma è stato bello stare in una famiglia che mi ha fatto apprezzare, di nuovo, le feste.

Buon Natale

La vostra au pair
Susa

Lascia un commento