L’elfo sulla Mensola

Oggi voglio raccontarvi un’altra tradizione americana che è diventata molto popolare durante gli ultimi anni.
Sto parlando dell’ “Elfo sulla mensola” (The Elf on the Shelf”)!Nice Shelf Elf

La storia parla degli elfi di Babbo Natale che si nascondono nelle case della gente per controllare tutto quello che accade.
Dal 1° Dicemebre, una volta che tutti vanno a letto, l’elfo esploratore vola di nuovo al Polo Nord per riferire a Babbo Natale le attività, buone e cattive, che sono avvenute durante il giorno. Prima che la famiglia si sveglia la mattina seguente, l’elfo esploratore torna indietro dal Polo Nord e si nasconde in un nuovo posto.
Per ottenere la loro magia, gli elfi devono essere nominati (Il nostro si chiama Henry). Una volta fatto ciò l’elfo riceve il suo speciale potere natalizio, che gli permette di volare da e verso il Polo Nord. Cosa però importante è che non si deve mai toccare l’elfo, altrimenti la magia potrebbe sparire.

“C’è solo una regola che si deve seguire cosicchè possa tornare ed essere qui l’indomani: Per favore, non mi toccare. La mia magia se ne potrebbe andare, e Babbo Natale non potrà sentire tutto quello che ho visto o di cui sono venuto a conoscenza.”

Anche se non vi è permesso toccare l’elfo, gli potete parlare e raccontare tutti i vostri desideri per Natale in modo che li possa riferire a Babbo Natale con precisione.
La storia si conclude il 25 Dicembre con l’elfo che lascia la vostra casa per tornare a stare con Babbo Natale per il resto dell’anno, fino al successivo Natale.

Questa tradizione è stato probabilmente creata per migliorare il comportamento bambini e giocare ad una specie di nascondino durante il periodo di Natale.
In tutta l’America viene venduto un libro che racconta la storia con tanto di elfo pupazzo allegato.af788b6d493cddbbba32a73889864ecf_elf-on-the-shelf-580x326_featuredImage
Quest’anno, inoltre, c’è anche una canzone che è spesso suonata in radio:

 

La Vostra Au Pair
Susa

Lascia un commento