Il Salario dell’au pair: consigli su come gestirlo e passare un anno senza rimpianti

Oggi vi voglio parlare del salario dell’au pair, visto che una delle prime domande che ci facciamo e mi sono fatta è: ma 197,50$ alla settimana sono abbastanza?
Beh partiamo dal fatto che se guadagnassimo di più non sarebbe un peccato, ma tanto qualsiasi cifra probabilmente sarebbe buona per lamentarsi. Quindi vediamo come gestire la nostra paghetta settimanale e completare tutti i nostri goal senza problemi!pubblicazione1
La prima cosa da fare, a mio parere, è vedere il nostro guadagno nel complesso. Questo vuol dire che dovremmo pensare che in un anno incasseremo circa 10,000$ e da esso scalare le varie spese sicure o ricorrenti per vedere quanto ci rimane.
Ci terrei a precisare che, in italia, gli stagisti, quelli pagati, prendono più o meno la stessa cifra e buona parte dei giovani guadagna anche meno, quindi per noi non dovrebbe essere così difficile gestire i soldi rispetto ad au pair che arrivano da paesi più ricchi.

Come premessa vorrei solo dire che non tutte le situazioni sono uguali, quindi io mi rifaccio alla mia, in cui, ammetto di sentirmi particolarmente fortunata.
I vari punti da tenere in considerazione sono:

  • La famiglia mette a disposizione una macchina per l’au pair? Si o no?
  • La famiglia paga la benzina? Si o no? Sempre o solo per viaggi nelle vicinanze?
  • Devo pagarmi il telefono? Si o no?
  • Quanto spesso mangio fuori casa?
  • Quali beni di prima necessità devo comprarmi da sola?

Le risposte nel mio caso sono:

  • La mia famiglia mi fornisce una macchina e paga la benzina, se vado in posti molto lontani la pago da sola.
  • La famiglia mi ha inserito nel contratto telefonico famigliare quindi mi pagano loro la bolletta.
  • Solitamente mangio fuori una volta a settimana e mi devo comprare l’abbigliamento e i prodotti per l’igiene personale.

Come potete vedere nel mio caso le spese sono pochissime. Quindi dei miei 10.000$ posso farne praticamente quello che voglio, ora vi illustro di seguito come gestisco la mia paghetta.

Una volta capito questo ho pensato a come e quali corsi seguire per completare i miei 6 crediti e siccome io volevo frequentare il college, invece dei week-end class ho calcolato di farlo con circa 2500$ per tutti e 6 i crediti.
Dal momento che la famiglia mette a disposizione 500$ dai miei 10,000 ne ho sottratti solo 2000$ mi rimangono ancora 8000$ per un anno.

TrasportoHealthy-Road-Trip-Tips
Abitando nell’east coast ho molte città vicino a me che posso visitare facendo qualche ora di macchina. In questo caso però devo pagare la benzina e i pedaggi. Il mio consiglio è prima di partire di cercare qualche travel buddy che sia interessato a viaggiare con voi così da dividere le varie spese. Molto spesso infatti la macchina è molto più economica del pullman, sopratutto se vivete in zone sperdute come me.

Cibo
Alle au pair fa sempre piacere trovarsi e consumare un pasto assieme, anche per fare due chiacchiere.
Mangiare fuori però è costoso, a meno che non mangiamo junk food tutti i giorni… Immaginate di spendere 12$ a pasto. Se mangiate al ristorante 4 volte sono 50$! contando che voi ne incassate circa 200$ a settimana vorrebbe dire che ¼ del vostro salario è andato letteralmente mangiato!images
Io personalmente cerco quindi di mangiare sempre a casa per risparmiare, tanto più che nel nostro contratto la famiglia deve pagare gli alimenti, quindi perché spendere quando possiamo avere cibo gratis? A casa mia, inoltre, c’è sempre tanto cibo buono appena fatto, ma se da voi non funziona così potete cucinarvi qualcosa prima di uscire. Con questo non sto dicendo di evitare di andare a mangiare fuori, ma una cosa che io e i miei amici facciamo spesso è andare a mangiare a casa dell’altro. Invitate quindi i vostri amici a casa per un boccone e un’altra volta andate voi a mangiare da loro. Vedrete che inizierete a risparmiare parecchi soldi alla settimana e sarete comunque in compagnia. Per le cene potete anche usare la tecnica “ognuno porta qualcosa” Io non rinuncio in ogni caso a fare una volta a settimana cena o pranzo fuori con i miei amici senza sentirmi in colpa!

Lo shopping.
L’america è famosa per il suo consumismo, ed è proprio così, quindi è facile trovare dei buoni affari.
La prima domanda da farci è: ciò che stiamo per acquistare ci serve davvero? Lo vogliamo davvero? Se la risposta è si tenete a mente che il periodo più propizio per acquistare vestiti è nelle vacanze a causa dei grandi sconti e buttate sempre un occhio al settore clearance. Un altro mio consiglio è informarci sul clima dello stato in cui andremmo ad abitare. Se in inverno fa freddo forse è meglio portare con noi da casa più cose pesanti visto che le cose per l’inverno costano più di quelle estive…. Un mio amico ha fatto shopping per l’inverno per un’intero we perché non si era portato nulla! Io ho solo bisogno di un paio di pantaloni della tuta da mettere tutti i giorni e delle ciabatte calde, immaginate quindi anche in questo caso quanti soldi potete risparmiare.piggybank-with-dollars
Anche in questo caso non sto dicendo di aver rinunciato allo shopping, ma le cose autunnali che ho comprato le ho prese per sfizio e non necessità, due cose ben diverse!
Per quanto riguarda i prodotti per l’igiene personale io acquisto tutto da wal-mart. Sebbene sia un discount conosco le marche e vendono praticamente tutto in formato famiglia con prezzi più bassi rispetto agli altri posti. Volendo potete controllare anche i coupon per gli sconti prima di comprare qualcosa.
Se non siete in grado di trattenervi negli acquisti potete darvi un massimo settimanale. Ad esempio mettete da parte ogni settimana 100$ che per nessuna ragione andrete a toccare. Vi garantisco che con 100$ a settimana potete pagare i vostri divertimenti per una settimana, mangiare fuori e fare shopping! Tenete presente che io in media spendo 50$ a settimana, quindi con 100$ ne avrete da vendere.

Se puoi sfrutta i tuoi bambini e la tua host family.
Si lo so che il titolo può sembrare molto brutto, ma non lo è e adesso vi spiego meglio: Io in generale penso che a tutte le au pair piaccia fare un po’ le cose dei bambini, quindi andare ai parchi divertimenti, al cinema a vedere i cartoni ecc… Una cosa che ho realizzato da quando sono qua (forse perché cerco di portare i miei bambini a divertirsi il più possibile) è che avrei voluto avere un au pair anche io quando avevo la loro età. I miei mi avranno portato al cinema 5 volte in tutta la mia vita, non siamo mai andati alla bounce house o a vedere spettacoli live e posti con giostrine, boowling oppure che organizzavano attività erano tipo una volta ogni 5 anni. Quindi per ritornare al titolo se anche a voi piace fare queste cose, portate i bambini con voi se ci sono degli eventi che pensate a loro possano interessare (sempre se vi trovate bene con loro, io non ho questo problema), loro si divertiranno, voi anche e in più avrete un ingresso pagato e non dovrete usare la vostra paghetta.
Io inoltre cerco di aggregarmi alla mia hf il più possibile, non tanto per il punto di vista economico, ma perché fanno sempre cose diverse e a me fa piacere provare di tutto e vedere cose nuove.
Anche in questo caso non sto dicendo di stare sempre e solo con la vostra hf. Io penso di bilanciare benissimo il mio tempo libero tra amici e famiglia!

travel-is-the-only-thing-you-buy-that-makes-you-richer

A questo punto vi chiederete che cosa me ne faccio di tutti questi soldi che sto cercando di risparmiare. Io personalmente voglio spenderli in viaggi, e siccome mi sono prefissata un viaggio al mese, vista la gestione del mio budget posso permettermeli senza problemi!
Anche qui tengo comunque a buttare un occhio alle offerte per il trasporto e cercare buoni posti economici dove passare la notte, sopratutto perché molti musei e attrazioni negli states sono costosi, quindi risparmio da una parte per spenderli dall’altra.

Gestendo il mio budget in questo modo mi sono anche potuta permettere l’acquisto di un computer nuovo, e sto valutando magari un prossimo anno di prendere una buona macchina foto…

Per concludere, se chiedete a me se il salario di un’au pair è sufficiente per me la risposta è sì! Spero di essere stata il più chiara possibile e se avete qualche dubbio o domanda non esitate a chiedere! Non sarete ricchi alla fine del vostro anno, ma sicuramente avrete avuto un anno fantastico. Nessuno in fondo decide di diventare au pair per arricchirsi!

La vostra au pair
Susa

5 pensieri su “Il Salario dell’au pair: consigli su come gestirlo e passare un anno senza rimpianti

  1. Agnes Frazzetto ha detto:

    Spesso leggo di alcune Au Pair che dicono che la paga è troppo poca e penso che secondo me tutto dipende da come una ragazza ha intenzione di spendere i soldi. Onestamente io non sono una spendacciona e credo (e spero soprattutto) che questi 197,50$ a settimana bastino e avanzino, in modo da poter fare anche io come te un viaggio al mese. Susa ti ammiro perchè sai ciò che fai e sai anche come gestire i tuoi soldi, complimenti 😀

  2. Marta ha detto:

    Che meraviglia questo blog!! Partirò a gennaio e cercavo proprio qualcosa del genere!! Mi sarà molto utile.. 🙂 soprattutto l’articolo su come trovare nuovi amici, vista la mia timidezza ho il terrore di passare un anno in solitudine! :/

Lascia un commento