La Training School

Nei post precedenti vi abbiamo raccontato come abbiamo vissuto questa esperienza (qui trovate il racconto di Susa e qui di Mapu) ma ora cerchiamo di spiegarvi il più obiettivamente possibile cosa succede nei 3 giorni di training! Crediamo che gli argomenti trattati siano sempre gli stessi ogni settimana ma con uno schedule diverso in quanto Susa ha avuto un orario mentre Mapu uno diverso! Qui sotto quindi vi elenchiamo gli argomenti trattati e poi un esempio di come si svolgono le giornate!

  1. Ruoli e responsabilità di una au pair
  2. Lo sviluppo dei bambini, particolarità per ogni fascia d’età
  3. Sicurezza dei bambini (macchina, luoghi con l’acqua, altre situazioni)
  4. CPR e primo soccorso
  5. Informazioni generali sull’america e la cultura americana
  6. Creazione di un clima positivo con la host family, evitare litigi e come gestire la comunicazione con la famiglia
  7. La guida negli Stati Uniti

LUNEDI’IMG_0457
Una volta atterrati in America una navetta verrà a prendervi e vi porterà all’hotel presso il quale soggiornerete, che si trova subito fuori Manhattan. Una volta arrivati lo staff vi accoglierà e dovrete quindi seguire una breve presentazione in cui vi daranno le notizie principali e le regole dell’hotel, verrete divisi in team, vi comunicheranno quale sarà la vostra stanza e se volte potrete iscrivervi al tour di New York che costa 46$ e che si svolgerà il martedì sera.
Lunedì quindi avrete tempo libero per riposarvi, socializzare con le persone che erano sulla navetta con voi e con le vostre nuove roomates.

MARTEDI’
Il martedì mattina la sveglia suona alle 6:00 ma le lezioni non iniziano prima delle 8:00 quindi avete 2 ore per prepararvi e scendere a fare colazione. Per prima cosa verrà fatta una prima presentazione di AuPairCare e dello staff e dopodichè saranno date alcune info utili e viene dato del tempo per conoscerci l’un l’altro. Le lezioni si tengono in una sala grande con dei tavoli rotondi e viene richiesto alle persone di ciascun tavolo di presentarsi e iniziare a fare amicizia.
Nel pomeriggio i partecipanti vengono divisi in gruppi (secondo l”età dei bambini di cui si andranno ad occupare) e verranno spiegati alcuni comportamenti classici dei bambini in quella determinata fascia di età. Susa era nel gruppo 8-12 mentre Mapu nel gruppo 5-8 e hanno dovuto creare un cartellone con le altre ragazze sulle attività per sviluppare le developmental milestone di un bambino. Nel caso abbiate più bambini con età diversa potete scegliere il gruppo e viene consigliato di scegliere l’età della quale si è più insicuri!
Le lezioni terminano alle 16 in modo da avere tempo per prepararsi per il tour di New York che durerà fino alle 10 di sera circa.
Nel tour avrete l’occasione di vedere alcuni dei quartieri e dei locali più importanti come: Times Square (solamente un’oretta per fare un giro e mangiare qualcosa), l’Upper East Side, Central Park (qualche minuto per fare qualche foto), Brooklin e la Statua della Libertà da lontano. Bisogna però notare come il giro di Mapu e il giro di Susa siano stati completamente diversi! Susa ha visitato Central Park e ogni tanto il pullman si fermava in modo da poter fare le foto mentre Mapu non ha visto praticamente nulla perché il bus andava velocissimo!!)IMG_0514

MERCOLEDI’
Mercoledì bisogna consegnare il pre-departure project che verrà valutato con calma dallo staff e i due migliori vincono un secondo tour di new york per soli 7€ e un buono da 5$ che potrete utilizzare in tutti gli starbuck americani. Dovrete però aspettare fino alla fine delle lezioni per sapere i vincitori.
Ad inizio mattinata ci è stato richiesto di mixare i tavoli in modo da ampliare le amicizie e parlare un po’ di inglese visto che normalmente la gente si siede vicino alle proprie connazionali. Nel caso di Susa il mercoledì è stato particolare poiché hanno fatto un’attività creativa che prevedeva di travestire con del materiale improvvisato, un componente del nuovo tavolo nello “zio SAM”, in onore del 4 Luglio.10413411_10204061532128897_6278988122710627662_n
Nel pomeriggio si viene nuovamente divisi in gruppi (Susa questa volta ha scelto di far parte del gruppo 4-6, mentre mapu è rimasta fedele al suo) e verranno spiegati altri comportamenti tipici dei bambini appartenenti a quella fascia di età e sarà un momento-dibattito in modo da confrontarsi con le altre ragazze, fare domande e dare consigli.
Il pranzo di Susa prevedeva i classici cibi per il BBQ del 4 Luglio poiché tutto era stato organizzato per questa occasione mentre il pranzo di Mapu era tipico brasiliano.
Le lezioni terminano alle 17.00 in modo da dare la possibilità al chi vuole di fare un secondo tour a New York mentre per gli altri è tempo libero per rilassarsi.
A fine giornata inoltre ci vengono dati dei compiti che prevedono di scegliere un’attività utile allo sviluppo delle developmental milestone e modificarla in modo che vada bene sia per un bambino da solo che con più bambini. I compiti in realtà però non sono mai stati corretti

GIOVEDI’
Giovedì la sveglia è sempre alle 6,00, ma questa volta si ha giusto il tempo di prepararsi, fare colazione in fretta e preparare le valigie poiché bisogna liberare la camera.
La mattinata prevede una parte teorica di primo soccorso per tutto il resto della mattina quindi CPR (massaggio cardiaco), come curare una ferita e come comportarsi di fronte ad eventuali avvelenamenti.
Il pranzo è stato sia per Mapu che per Susa in tema italiano con pasta (ragù, salsa ai formaggi), pizza di diversi gusti, varie verdure, frutta e verrà anticipato per le au pair che dovranno poi essere accompagnate all’aeroporto per prendere il secondo volo.
Dalle 13,00 in poi, invece, arriveranno poi le famiglie che abitano in zona a prendere la au pair ancora in academy.

ALTRE INFO

  • La colazione si presenta come un buffet in cui possiamo scegliere tra mille e più cose. Non vi preoccupate che quindi non rimarrete a dieta e troverete sicuramente qualcosa che soddisfa i vostri gusti visto che in generali il cibo è buono. Vi sconsigliamo però pancake e waffle poiché tutti li hanno trovati di bassa qualità.foto
  • Il Menù per le cena è standard per tutte le au pair e come potete vedere nella foto secondo noi è un po’ caro, sta a voi decidere se andare a comprare qualcosa al supermercato oppure mangiare li nel loro ristorante. Susa la prima sera ha mangiato la pizza e non era male mentre Mapu ha sempre deciso di mangiare fuori dall’hotel.
  • Preparatevi ad avere l’aria condizionata 24 ore su 24!
  • C’è il wifi ma non funziona benissimo e soprattutto non funziona nella sala delle lezioni
  • Il colore del gruppo a cui vi assegnano dipende dalla lontananza delle vostra host family ad es: blu e rosso sono le au pair vicine a New York. Oro solo le au pair che dovranno fare il corso di infant specialized. Turchese e Viola dovrebbero essere le au pair che andranno in california, ecc
  • Ogni volta che una persona di un team partecipa alle discussioni si ricevono dei punti. Il team che conquista più punti il martedi pomeriggio non partecipa alle lezioni, ma fa un attività extra.
  • A fine della training school anche il secondo gruppo che ottiene più punti ottiene una buono da Starbucks di 5€ per ogni membro della squadra.
  • Nel caso vogliate fare un giro dopo le lezioni la navetta dell’hotel vi può portare al primo walmart più vicino oppure in una piazza dove ci sono diversi ristoranti nel caso in cui vogliate fare cena fuori. Il costo è di 1$ ad ogni corsa.

Lascia un commento