Richiesta VISTO in Consolato

Come vi abbiamo annunciato qualche giorno fa, venerdì 28 febbraio siamo andate a Milano per fare la richiesta per il Visto. Il procedimento è più semplice del previsto e quindi ve lo spieghiamo qua di seguito in pochi e semplice passaggi

1488316_10152004144887933_849187389_a

1) Arrivati davanti al consolato nel bar subito affianco al prezzo di 5€ bisogna depositare i proprio bagagli. E’ consentito portare solo il portafoglio (perché magari la foto che abbiamo portato con noi non va bene e abbiamo la possibilità di farne una nuova), i documenti personali (passaporto, carta d’identità e codice fiscale) i documenti necessari alla richiesta del visto (DS-2019, tassa SEVIS, ricevuta procedura on-line, stampa appuntamento…) e una chiavetta usb (in cui noi avevamo la copia digitale di tutti i documenti cartacei) e il telefono, che deve essere però spento.

2) Ci si mette poi in coda fuori sotto una tettoia e la guardia all’ingresso fa passare circa 4 persone per volta per controllare che il passaporto sia valido e che si abbia davvero preso l’appuntamento on-line

3) Uno alla volta si entra nella reception dove fanno depositare tutti i nostri averi in una cassetta di plastica insieme alla giacca e alla cintura per passare il metal detector

4) Ti forniscono una chiave di una mini cassetta dove puoi depositare il cellulare e la chiavetta USB (in caso di necessità con un’autorizzazione puoi andare a recuperarla)

5) Ti danno il badge da  visitatore da appendere bene visibile.

6) Ora che sei pronto e recuperato tutte le tue cose puoi prendere l’ascensore e recarti al 7° piano.

7) All’arrivo del piano una guardia ti chiede dove sei diretto, gli dici che devi fare una richiesta per il un visto e lui ti da il tuo numero e ti fa accomodare in una saletta con tanto di tv, su delle sedie  e alle spalle ci sono 4 sportelli da dove  verrai chiamato (A mo’ di posta)

8) La prima volta che viene chiamato il tuo numero bisogna consegnare il DS-2019, il foglio con l’appuntamento, la ricevuta della richiesta on-line, il pagamento della tassa SEVIS e il passaporto.

9) Alla seconda chiamata rilevano le tue impronte digitali

10) Infine alla terza e ultima chiamata ti chiedono dove andrai, presso quale famiglia soggiornerai, l’età dei bambini di cui ti prenderai cura, cosa farai una volta rientrato in Italia e se hai parenti all’estero. Il tutto si svolge in italiano e anzi, bisogna dire che è un’intervista molto sbrigativa perché a noi hanno anche interrotto mentre stavamo parlando.

11) Una volta finita l’intervista ti riconsegnano il DS-2019 raccomandandoti di portarlo sempre con te tutte le volte che si deve entrare negli USA, ti forniscono una brochure sui tuoi diritti e ti confermano di aver approvato il visto che in 2-3 giorni viene  spedito a casa a seguito di una mail che dice:
Gentile XY,
La Sezione Consolare degli Stati Uniti situata a Milano ha rilasciato i documenti relativi alla Sua richiesta di Visto al nostro corriere DHL. L’invio dei documenti sarà effettuato conformemente all’opzione selezionata al momento della registrazione. In media, sono necessari uno o due giorni lavorativi, dal momento in cui riceve questo avviso, affinché la spedizione sia disponibile.

12) Ora si può riprendere l’ascensore per scendere, riprendere i nostri averi nella cassetta di sicurezza e consegnare il badge da visitatore

usaconsolatomilano

p.s. Noi ci aspettavamo che il consolato fosse un classico edificio d’epoca e chic, difatti la prima volta che ci siamo passate davanti non lo abbiamo riconosciuto. Sappiate che invece è un brutto edificio moderno.

Le Vostre Au Pairs
Susa & Mapu

Lascia un commento