Domande utili da porre alla family

Come nota iniziale vogliamo rassicurare tutte le future Au Pair.. non è un’interrogazione scolastica e anche se non usate i verbi giusti oppure la costruzione della frase è errata NON importa! Noi molte volte non abbiamo capito nulla di quello che ci  dicevano, l’importante è capire il senso generale. Se fanno una domanda che non capite chiedete gentilmente di ripetervela.. lo sanno che non siete madrelingua!

question2

Domande per la family tra la prima e la seconda chiamata Skype:

What will my main duties be as your aupair?
(se non ve lo dicono loro, è la prima domanda da fare per capire bene cosa si andrà a fare e quindi se saremo in grado di ricoprire il ruolo dell’au pair che cercano)

Could you describe the personality of the kids?
(sapere come sono abituati i bambini e se sono timidi piuttosto che estroversi potrà aiutarvi molto)

What kind of activities do you do on weekends?
(Nel caso uno si aspetti di fare feste ho uscire tutti i we e bene chiederlo in modo da non rimanere poi delusi. Mapu sperava facessero grandi gite o escursioni.. in realtà è una famiglia normale che lavora tutta la settimana quindi il weekend lo passa a fare faccende di casa e stare con i bimbi)

Would you like that your au pair is part of your time off and activities too?
(questo è importante da chiedere, perché magari vi aspettate che vi dicano “faremo tutte le attività extra insieme e verrai sempre in giro con noi” e invece poi vogliono fare le cose da soli e avere magari un po’ di privacy coi loro bambini)

How does your family celebrate holidays, parties or birthdays?
(non è una domanda fondamentale, ma è utile sapere se fanno viaggi, se vedono la famiglia o non festeggiano)

Can you describe me my tipical day during holiday?
(Durante le vacanze ad esempio la giornata può cambiare leggermente, è bene sapere, se saremo in vacanza con loro, di che cosa ci dobbiamo occupare, solo perché è vacanza per loro non vuol dire che lo sia anche per noi!)

Why do you want to have an au pair?
(Ci sono mille ragioni per cui una famiglia vorrebbe un’au pair.. non è da giudicare, ma magari è meglio saperlo)

What rules does the au pair need to follow?
(Questa è una domanda che avremmo voluto fare ma non abbiamo fatto.. magari la faremo più in là oppure all’arrivo arrivo, in modo da capire e adeguarci alle loro abitudini senza avere/creare problemi)

What type of food do you eat?
(rassegnatevi, sono americani e hanno abitudini diverse. Susa ha esplicitamente scritto nella sua application il valore del cibo sano, e la sua famiglia, infatti, mangia sano, Mapu non l’ha scritto e le abitudini alimentari sono tipiche americane. Sta a voi decidere quanto sia fondamentale, soprattutto se seguite diete particolari)

Do you usually eat or have dinner together?
(sembra una domanda scontata ma non lo è, perché magari dobbiamo essere noi a cucinare. Family di Susa mangia insieme dato che i genitori tornano a casa presto e solitamente cucina la mamma, la famiglia di Mapu no perché i genitori tornano alle 08 pm o alle 09 pm e li mangiano molto presto, quindi le capiterà spesso di dover cucinare)

Do you work from home or not?
(molti americani infatti lavorano da casa, non a tutte le au pair piace avere i genitori sempre in casa, magari perché si sentono sempre controllate, sotto pressione ecc. Quindi può essere una domanda importante)

Do you have pets?
(se la risposta è si è bene chiedere se bisogna occuparsene)

Are you religious?
(anche questo non è essenziale ma magari se sono molto religiosi ti obbligano la domenica mattina ad andare in chiesa, oppure al contrario loro non lo sono, e tu si, e vorresti aver la possibilità di andare a messa come frequentare l’oratorio)

Are they going to day care, preschool or school? How far is school from your house?
(questo è importante soprattutto per capire lo schedule e se dovrete essere voi ad accompagnarli oppure no)

Do the kids do any activity after school?
(se le fanno passerete meno tempo con loro, e dovrete informarvi se dovete essere voi a portarli e andarli a prendere, se invece stanno a casa dopo scuola dovrete pensare altre attività)

What do kids like to do?
(E’ una domanda importante per capire se avete feeling con loro oppure no, magari se hanno delle cose che piacciono anche a voi, vi sentite più tranquilli)

Do the children have any health problem?
(Sinceramente questo non lo abbiamo chiesto ma è sempre meglio saperlo se non è specificato nel profilo. Nel caso di Susa era indicato che i bambini godevano di ottima saluta e raramente si ammalavano)

Could I go to parks, zoos or museums with the children?

Do they like to play games outside?

Do they watch a lot or tv? Do they play with videogames?
(può capitare che I genitori preferiscano che I bambini passino più tempo praticando attività ludiche che non davanti alla tv)

What time do your children wake up?

Do you want that I talk with your children in in English or in my language?
(Può essere che una famiglia vi scelga per insegnare una nuova lingua ai loro bambini)

What kind of housework do I have to do? Do I have to go to the supermarket, for example?
(Light housework sono contemplati nel vostro schedule. Normalmente sono pulizia della camera dei bambini, laundry e ironing e pulire la cucina dopo aver cucinato. Nel caso di Mapu la mamma le ha chiesto se ogni tanto può fare la spesa. A susa invece le hanno detto che è richiesto solo mettere a posto le cose dei bambini, neanche fare la lavatrice anche se la loro au pair lo fa lo stesso. Sta poi a voi magari aiutare di più dove serve)

Do you have a fixed schedule for your au pair’s work?
(Anche questo è importante. La famiglia di Mapu ha ogni giorno un timetable diverso.. se siete persone che amano la routine forse è meglio scartare questo genere di famiglie)

How many hours does the au pair have to work circa? At what time does my work begin? And finish? About my week-end?
(Mapu: anche questo non l’ho chiesto ma mi sono fatta il conto di quello che mi avevano detto e non dovrebbero sforare le 45 ore settimanali. Non siate comunque troppo rigidi. A Susa hanno detto che lavorerà 30/35 ore a settimana più magari una sera o un week-end ogni tanto, mentre gli altri saranno liberi.)

Will I have to drive them? When, to where, how often?
(se non ve la sentite di guidare con i bambini.. non lo fate e ditelo!)

How is the weather like?
(è vero, potete vederlo da internet, ma sempre meglio chiedere per fare una valigia intelligente)

Can I use the car in my free time?
(questo è un punto focale.. se siete in un paese sperduto forse vi serve la macchina, se vivete in una grande città invece ci saranno i mezzi pubblici. Susa avrà una macchina sua personale, Mapu da quello che ha capito avrà una macchina da usare quando porta in giro i bimbi e un’altra nel weekend. In ogni caso una volta arrivati in famiglia chiedete come volete che venga gestita la benzina. Se pagata da loro o da voi, può essere una cosa importante da chiarire)

Can I travel on weekend to anywhere if I have free time?

• Will I have access to the internet? Is there any restriction with it?

• Do you smoke?
(se vi da fastidio il fumo oppure siete voi a fumare informatevi di questo aspetto. Se la famiglia fuma magari a voi non sta bene, come a loro può non piacere che fumiate davanti ai bambini)

Can I speak with your au pair?
(se hanno già un au pair potete chiedere di parlare con lei. A Susa hanno detto subito che volevano si parlassero, a Mapu hanno dato il contatto dopo. In ogni caso secondo noi avere la possibilità di parlare con la loro au pair può rassicurare perché ci fa capire che non hanno nulla da nascondere)

In my free-time can I join this association?
(Noi siamo volontarie di Croce Rossa e ci piacerebbe dedicare un po’ del nostro tempo libero ad attività nel sociale non solo per occupare magari dei noiosi pomeriggi, ma per scoprire nuove realtà e conoscere nuove persone. Susa ha chiesto se poteva continuare quell’attività li e le hanno detto che non ci sono problemi)

Domande per la au pair (se disponibile):questions

• Can you describe me your typical day?

• What do they eat at breakfast?
(per Mapu è stato essenziale infatti ha capito che dovrà capire come si fanno i waffel e i bagels!)

Do you have lunch with S.?
(la mamma di Mapu lavora a casa quindi voleva sapere se mangiare con lei o no)

How far is …..?
(città grande più vicina a voi, nelle città americane più grandi si trova di tutto, e sapere quanto è lontana vi può dare un idea sulle aspettative sera/we)

• Are you comfortable with the family?

• Do they treat you as a member of their family?

• Did they help you to open your bank account or to get the Social Security number?

• Can the kids shower by themselves or do they need help to do it?

• How was your Christmas time? Did you spend it with the family?

• Was there any problem to have your vacation time?

• Where did you find the courses for the credits?
(a Susa la sua au pair le ha spiegato tutto nel dettaglio di come funzionano i corsi, come sono organizzati e come si svolgono. E’ bene sapere che solitamente 500$ non bastano, in modo da capire se vogliamo fare un investimento più o meno sostanzioso)

• How many free weekends do you have per month?
(a Mapu la family lo aveva già detto tramite Skype.. teoricamente si ha un weekend libero al mese, ma in realtà lei lavorerà tutti i sabati ma quando organizza un viaggio oltre il weekend le lasciano magari anche il venerdì e il lunedì..)

• There are spiders, snakes, fish?
(Ogni parte del mondo ha I suoi animali e magari tutti si trovano a loro agio con animali diversi. In caso di particolari paure è bene chiedere. Mapu ha chiesto che tipi di pesci vivessero nel lago. Susa invece si è informata se per caso vi erano ragni e di che dimensioni erano)

• Did you invite some friends over?
(Magari vi fa piacere organizzare una cena con amici oppure invitare la vostra migliore amica una notte. A Susa hanno detto che spesso organizzano party e hanno ospitato anche i genitori della loro attuale au pair)

• What did you bring as a gift?
(Solitamente è bene all’arrivo portare un regalo per la family. Possiamo chiedere che cosa lei ha scelto di portare e se è stato apprezzato per farci un idea)

Un pensiero su “Domande utili da porre alla family

  1. Lu ha detto:

    Molto utile e completo questo schema. Io sono dall’altra parte, ho ospitato sette au pair e, quasi sempre, sono state esperienze bellissime.

Lascia un commento